Visualizzazioni totali

mercoledì 12 settembre 2012

Acquolina alla spagnola

Ragazziiiii ho recuperato le poche foto fatte con la macchina fototgrafica a Siviglia i primi 2 giorni di vacanza, prima che ci abbandonasse! Pensate un po'? Erano nel pc da 2 mesi e non lo sapevo, me ne sono accorta solo ora...no vabbè ;P
Ad ogni modo chi è malato come me potrà godere un po' con gli occhi di qualche fotina "cibereccia" e per chi invece desiderasse sperimentare, vi posto subito una ricettina spagnola semplice e ancora un po' estiva: il Salmorejo, simile al Gazpacho, ossia una crema di pomodori, peperoni ecc ecc che gli spagnoli usano accompagnare ad alici marinate, pane tostato, tortilla di patate e tutte le varie e gustosissime tapas che rallegrano davvero chiunque soggiorni in Spagna ;)
Qui a sinistra un mix di peperoni e alici marinati, pane tostato, gazpacho, tortilla di patate ripiena di non ricordo cosa.
 Tortilla ripiena
 Vabbè, pausa caffè
 Di nuovo tortilla di patate con insalatina
 Per le prossime 2 non servono spiegazioni :)


Paella de moriscos (frutti di mare)








Dunque per il Salmorejo vi serviranno, per 6 persone:
- 3 fette di pane raffermo
- 125 gr olio extravergine d'oliva
- 5 pomodori maturi
- 2 peperoni verdi
- 6 spicchi d'aglio
- 2 tuorli sodi
- aceto e sale
Dovete ammollare il pane in acqua e strizzarlo, poi lavare le verdure e tagliarle a pezzi. Unire in un recipiente tutti gli ingredienti e frullarli. Frullare e aggiungere, se necessario, acqua fredda quanto basta per ottenere un composto cremoso e conservarlo in frigo fino al momento in cui lo servirete, magari in coppettine individuali.
Quando dovrete servirlo potete guarnire con pomodoro, peperone, jamon serrano (in assenza va bene un bel prosciutto crudo a listarelle o tocchetti o fettine doppie), fette di pane e uova sode. 
Nella foto non si vede granchè, ma diciamo che è più o meno questo

E allora...Buenas tardes a todos! L'ho scritto bene? :)   E Gracias por su visita

lunedì 10 settembre 2012

Avventure culinarie

Eccomi rientrata da un'estate misteriosamente volata via in 3 minuti, ma pienissima di eventi e novità!
So che mi reclamavate in tanti, ho visto qua e là manifesti acclamanti un mio attesissimo ritorno ;P eheh, scherzo, che mi attendiate o meno, son qui strapronta per incominciare un nuovo anno all'insegna del "Cucina che ti passa!".


Dunque, quest'estate mi ha vista alle prese con:
- mare e caldo
- casa al mare con famiglia allargata all togheter
- nipotini e bambini vari, con annesse canzoncine idiote :)
- preparazione di numerose pietanze per noi e per altri, con altrettanti frequenti, ebbene sì son sincera, fallimenti culinari, dal momento che cucinare in forni non propri e a gas non è sempre semplice, ahimè :(
- viaggetto di una settimana con maritino a Siviglia e Conil De la Frontera (Spagna) con degustazione quotidiana di squisite pietanze andaluse di cui, purtroppo, non posseggo fotografie, poichè la macchina fotografica ci ha abbandonati al primo giorno di vacanza ed il cellulare non è stato in grado di fotografare per bene! grrr. Comunque cercherò, prima o poi, di replicare qualche piatto, dato che le ricette le ho già reperite qua e là.
- avventura casuale, in collaborazione con la signorina A., nell'organizzazione, gestione e tutto ciò che ne consegue, di similcatering/mensa giornaliera per troupe lavorante con Cooperativa di mia sorella, intenta nel girare cortometraggi in quel di Bari e dintorni, anche e soprattutto per strada, cosa che ci ha portate a doverci improvvisare, materialmente, "attrezzativamente" e psicologicamente, nel cucinare, consegnare e non solo, primi, secondi o focacce corredate di frutta, panini e acqua, per un numero variabile di persone tra le 18 e le 40 al giorno. E 2 volte: 7 giorni di fila a luglio e 3 giorni a ferragosto più o meno. Ecco, vi lascio immaginare cosa comporti improvvisarsi CATERINGHISTE, termine appena coniato, senza telai per il trasporto, borse frigo adeguate, forno enorme, frigo enorme, congelatore, furgoncino climatizzato (visto il caldo che ci ha accompagnate quei giorni O_O), teglie e padelle e cucina da ristorante e chi più ne ha più ne metta. Fare liste della spesa per una tale quantità di cibo e persone, improvvisarsi nella decisione delle pietanze, delle quantità da acquistare, nella gestione dei soldi a disposizione e dei prezzi degli alimenti, nella ricerca di negozi con adeguato rapporto qualità-prezzo, adatto a noi, nella ricerca di grossisti di cose tipo "vaschette monoporzione con coperchio", rotoloni di carta, tovaglioli e posate in quantità, nel caricarci quintali di spesa incluse centinaia di bottiglie dell'acqua e decine e decine di kg di frutta e verdura.......nel cercare di far quadrare tutto e, allo stesso tempo, riuscire a proporre qualcosa di gustoso e persino carino da vedere (specifico che, pur avendo poco tempo e nessuna esperienza e dovendo lavorare dalle 7.00 di mattina fino a mezzanotte circa tutti i giorni per farcela, ci mettevamo ad impacchettare forchette e coltelli con tovagliolino e cordoncino, riponendoli in un cesto di paglia per rendere più agevole e piacevole il momento pranzo!).


Eccovi qualche immagine di quei momenti.






Ops, questa a destra è di uno dei nostri rari momenti di pausa, aperitivo con spritz e focaccia fatta in casa, scusate ;)








Ad ogni modo ce l'abbiamo fatta. E, scusate la modestia...siamo state piuttosto brave, tanto che ci hanno ricontattate per il 2° cortometraggio. Naturalmente non è andato tutto alla perfezione, ma gli errori e gli imprevisti non capitano solo a chi non corre mai rischi nella vita, dico bene?!? :)

Dunque tutto ok e da questa esperienza assolutamente formativa, ne è derivata una collaborazione piacevole e, si spera, un inizio di un nuovo percorso in questa direzione! E son contenta!
Allora a presto con qualche nuova ricettina facile facile e, vista l'ora...buon pranzo a tutti!
Si è verificato un errore nel gadget

Translate