Visualizzazioni totali

venerdì 28 giugno 2013

Macaron

Lo sapete, non sono solita cimentarmi in cose sofisticate, non fa per me e non mi riescono neanche bene! Forse perchè non ho molta pazienza con le sottigliezze, a me piace andare ad occhio, improvvisare, sperimentare, utilizzare quello che ho in casa, non pianificare più di tanto, altrimenti il cucinare diviene una scienza, non qualcosa di creativo e dettato dal cuore.
Maaaaa........certe volte ci vuole. Sarà stata l'aria estiva o il desiderio di "altro", di respirare luoghi diversi, sarà stata l'occasione fornitami dalla laurea di un'amica per la quale mi piacerebbe preparare qualcosa di carino...ma ultimamente ho PROVATO a preparare i famosissimi, complicati, dolci parigini che, dopo alcuni tentativi, sono risultati davvero riusciti! 
I Macarons

Sì, lo so cosa state pensando, i Macarons sono caratteristici proprio per i loro 1000 colori, son famosi più per le loro fantasiose tonalità che per il loro sapore...ma capitemi, questo era uno dei primi tentativi, E' GIA' UN MIRACOLO CHE SIANO RIUSCITI! Poi per gli esperimenti di colore c'è sempre tempo, temevo che il colorante me li smontasse o rovinasse, non lo so, non ho dimestichezza con queste cose! 
Ad ogni modo, la consistenza e l'aspetto a me sembrano perfetti! Li adoroooo e adoro la loro crosticina!
Belli, belli e buoni.

Servono 250 gr di zucchero a velo, 275 di farina di mandorle, 7 albumi, 210 gr di zucchero, colorante in polvere. Poi per la ganache occorrono circa 300 gr di cioccolato fondente e 270 di panna fresca. (Questa ricetta, dopo vari tentativi falliti, l'ho presa da una famosa trasmissione con una tipa che cucina tutto il tempo con i tacchi e che, di mestiere, non faceva affatto la cuoca ;) !) Ma se al momento non ne avete, potete sopperire farcendoli con la Nutella, vi assicuro che saranno ottimi comunque!

Si mescola lo zucchero a velo con la farina di mandorle, gli albumi montati a neve, lo zucchero e il colorante IN POLVERE. Con la saccapoche si creano tanti dischetti su una placca da forno rivestita con carta forno e si lasciano riposare per una ventina di minuti, in modo che i dischetti si adagino. Poi si cuociono per 15 minuti a 150° (fate attenzione  al tempo, anche un minuto in più li indurisce e, prima di toglierli dal forno, apritelo un pochino e lasciateli dentro un attimo per evitare lo shock). Una volta raffreddati, staccateli dalla teglia e farciteli!
Si è verificato un errore nel gadget

Translate