Visualizzazioni totali

lunedì 23 aprile 2012

Quando il gatto non c'è i topi...mangiano

Allora, cominciamo col dire che il mio maritino ultimamente sta viaggiando per lavoro...e che questo non mi dispiace affatto. Innanzitutto perchè pulisco casa in un batter d'occhio e resta pulita per giorni ;)  poi perchè mi porta regalini al suo rientro, ancora perchè quando non c'è, sarà per il desiderio di darmi da fare anc'io, divento molto più produttiva e alle 9.00 di mattina ho già finito di fare servizi in casa e qualche commissione fuori casa...inoltre mi guardo tutti i film e serie tv che a lui non piacciono e me le godo in santa pace senza senso di colpa, poi perchè posso mangiare ad orari assurdi senza regole, cioè se alle 12.00 ho voglia di cornetto lo mangio tranquillamente e poi salto il pranzo o posso saltare la cena sostituendola con dei bei dolci o con delle patatine fritte :) .....inoltre invito chi voglio quando voglio, via libera a pomeriggi e serate con le amiche e chiacchiere e passeggiate ad ogni ora! Ma, non ultimo, mi piace star sola perchè mi dò alla pazza gioia nel cucinare ghiottonerie che lui non approverebbe perchè...ehmmm...diciamo che mi fanno un po' perdere la linea...ma poi, per senso di colpa mi compro la somatoline e passa la paura :D
Poverino, l'ho distrutto, sembra che io viva felice senza di lui e che abbia sposato un burbero padre padrone che decide della mia vita, ma non è affatto così, è un amore e mi lascia libera di far ciò che mi pare, sono io che mi lascio prendere dal senso di colpa se conduco una vita sregolata e mi dò ai bagordi! E comunque...mi manca tanto quando la sera mi sento sola soletta nel lettone!

Vabbè, non ve la porto troppo per le lunghe, eccovi qua ciò che ho combinato oggi pomeriggio, con annesse istruzioni:
dunque, ho montato a neve 3 albumi con un pizzico di sale e ho messo la "neve" da parte; Ho mescolato i 3 tuorli con 200 gr. di zucchero, poi ho aggiunto 150 gr. di margarina (la preferisco al burro perchè più leggera, ma voi fate come vi pare) precedentemente sciolta nel microonde. Ho aggiunto 200 gr. di farina e mescolato tutto bene per eliminare tutti i grumi. Incorporato "la neve" mescolando lentamente dal basso verso l'alto con una forchetta. Aggiunto il lievito per dolci (una bustina). Imburrato una teglia tonda del diametro di circa 26 cm, versato il composto e decorato con fettine di mela precedentemente tagliate sottili e messe un po' in un piatto con del succo di limone, per non farle annerire e inumidirle, in attesa di usarle. In forno per circa 30 minuti a 180° (non ventilato, statico possibilmente) ed eccvi qua cosa mi sono gustata con una tazza di caffelatte:

Chiedo venia per la pessima qualità delle immagini, appena imparerò a fare foto professionali, metterò questa capacità a disposizione del mondo ;) nel frattempo vi dovete beccare ciò che la piccola Nikon e il mio pessimo cellulare mi consentono di fare...ma vi assicuro che il profumo è ineguagliabile, da commuoversi! E se spolverizzate tutto con dello zucchero a velo, piangerete davvero per la gioia!

martedì 17 aprile 2012

Il cibo mi diverte

Lo so, lo so, sono le 7.00 di mattina e io penso già al cibo...che ci posso fare, mi diverte! Sono in piedi dalle 4.00 perchè ho accompagnato il maritino all'aeroporto per viaggio di lavoro e adesso sono a 1000, ho fatto già 800 cose (mammamia quanti numeri)! Vi regalo una perla stamattina, preparata e divorata proprio qualche ora fa...ieri sera.
 Questa focaccia dalla faccia strepitosa è nata da uno dei miei pomeriggi di incursioni a casa della mia amica storica, Chiara. Praticamente le ho rubato la ricetta poichè l'aspetto della sua focaccia preparata su richiesta dei sempre affamati nipoti, era meraviglioso! Grazie amika ;) 
E' semplicissima e vi basteranno i soliti ingredienti che si usano per la massa, oltre ad 1 piccolo segreto in più: il miele! Vi consiglio di utilizzare, se vorrete sperimentare questa bontà, questo impasto per qualunque pizza/focaccia che preparerete d'ora in poi...io lo farò! Basterà modificarne lo spessore di volta in volta, a seconda che vogliate preparare una semplice margherita o una focaccia barese. 
Proviamo? Via!

Focaccia di patate e mozzarella: 
(con queste dosi ne vengono almeno 2) 
  • 1 kg di farina
  • 1 lievito di birra grande (42 g.) o 2 piccoli
  • 180 g. olio di semi o extra vergine d'oliva
  • 300 g. acqua tiepida (tiepida, non calda o bollente, altrimenti blocca l'effetto del lievito e la massa non cresce!)
  • 200 g. latte tiepido (idem sulla temperatura del latte, basta scaldarlo appena), sale q.b.
  • 2 cucchiai di miele (senza aromi troppo forti o particolari, va bene il comune miele ambrosoli dei supermercati). 


Mescolare il tutto fino ad ottenere un impasto soffice ed elastico, spolverizzare con un po' di farina e chiudere in un canovaccio in luogo caldo per almeno 1 ora. Oliare la teglia da forno e stendervi la massa con le mani, non serve essere precisissime, oliare la superficie della focaccia con una mano e coprirla interamente di mozzarella a pezzettini. Coprire poi interamente la mozzarella con fettine sottili di patate, senza lasciare scoperto nessuno spazio tranne i bordi della focaccia. Spolverizzare con formaggio grattugiato, sale (ne serve un po' dato che l'impasto risulterà piuttosto dolce) e un filo d'olio. Infornare per almeno 30 minuti (regolatevi dal colore e sollevate per controllare il fondo) a 180°-200° con forno ventilato.
Divertitevi cucinando!




Poi ditemi se vi è piaciuta! Ora vado, una luuuunga giornata mi attende :)
Si è verificato un errore nel gadget

Translate